Questo sito utilizza solamente cookie tecnici.

I cookie tecnici non richiedono la prestazione di consenso da parte dell’utente, perciò vengono installati automaticamente in seguito all’accesso al sito.

Altre informazioni sono disponibili QUI

TEST - SONY Zeiss Distagon 24mm F2

 

Sony Carl Zeiss Distagon T * 24mm F2.0 ZA SSM

 di Ettore Viganò (eViga)



Lo Zeiss Distagon T* è un ottica con attacco A di Sony usufruibile con fotocamere FF o APS-C.

Un obiettiva dalla lunghezza focale di 24mm in FF (36mm in APS-C) e apertura f:2, quindi la possiamo considerare un ottica luminosa.

Costruito con nove lenti di cui due asferiche e due in vetro ED (Extra LowDispersion) disposte in sette gruppi.

Caratteristiche fisiche:

Dimensioni: 78mm x 76mm

Peso: 555gr

Filtro: Ø 72mm

Diaframma 9 lamelle

Gamma apertura da f:2 a f:22

Messa a fuoco con motore SSM (motore a onde supersoniche)

Distanza minima di messa a fuoco 190mm

Ingrandimento massimo 0,29x

Trattamento antiriflesso Zeiss T*(rivestimento multistrato sviluppato alle fine degli anni '70, il processo prevede che sulle lenti ci sia deposizione sotto vuoto spinto di materiale sotto forma di vapori in sei strati sovrapposti che tutti assieme raggiungono un spessore di 1/10.000 di mm).

Alla vista

Aperta la confezione, troverete l'ottica completa di tappo posteriore e anteriore (su quest' ultimo assieme al αdi colore arancio al centro spicca in blu e biancoil logoZeiss), un sacchetto in vinile e le istruzioni d'uso.

Una volta in mano l'ottica trasmette immediatamente una sensazione di robustezza conferitagli sia dal barilotto in metallo che da una pregevole verniciatura in nero opaco.

Visto frontalmente sull' anello che blocca la lente anteriore si possono leggere le scritte che identificano l'ottica e in rosso la T* che ne indica il trattamento anti-riflesso tipico do Zeiss.

Sul barilotto una finestrella indica i riferimenti per la profondità di campo immediatamente sopra le indicazioni dei diaframmi, a 90° sulla sinistra sotto il marchio Zeiss un pulsante al cento di una levetta permette di settare la funzione AF - MF, e in coincidenza di questa un punto arancio indica un riferimento per l'accoppiamento ottica/camera.

Solo il paraluce (a petalo) in materiale sintetico non è all'altezza dell' ottica e l' accoppiamento con questa risulta poco stabile (forse solo sulla mia ottica).

Impressioni d'uso.

La baionetta in metallo con gli otto contatti conferma la robustezza dell'assieme.

 

Impressioni d'uso

La gestione della messa a fuoco in manuale e gestita da una zigrinata di buone dimensioni per cui si trova immediatamente al tatto, questa risulta un poco dura nello scorrimento, ma estremamente precisa e sopratutto non perde il fuoco, altra sua caratteristica e di non ruotare durante il funzionamento in AF che è impressionante per velocità e silenziosità e qualche volta si possono avere dubbi (infondati) sul suo funzionamento.

Nitidezza

Su FF a tutta apertura e al centro la nitidezza è impressionante, diventa un poco morbida quando ci si avvicina ai bordi del fotogramma, fenomeno che scompare completamente chiudendo a f: 4.5/5.6.

La diffrazione sembra essere completamente assente fino a f:13 e anche a f:16 i dettagli sono perfettamente identificabili, l'immagine a f:22 comincia a soffrirne decisamente.

Aberrazione cromatica(CA)

Sempre su FF l' aberrazione cromatica generalmente e ben controllata solo un poco visibile (con frange magenta) vicino ai bordi a f:2, però va rapidamente scomparendo chiudendo, scomparendo quasi completamente a f:5.6, comunque fenomeno decisamente trascurabile per di più facilmente rimediabile in post.

Vignettatura

Con sensore FF la vignettatura è ben evidente a f:2, cala sensibilmente a f:2.8, quasi invisibile a f:4 per scomparire definitivamente e f:5.6, ma come per le CA il tutto si risolve completamente in post.

L' ottica su fotocamera APS-C non ha evidenziato presenza di vignettatura.

Distorsione

Veramente molto leggera e a barilotto visibile solo in particolari riprese, se il Distagon 24mm per paesaggio non vi accorgerete della sua esistenza, e anche questo si corregge con un clik in post.

Flare e Ghosting

Unico punto debole di questa lente; quando si ha di fronte una fonte di luce questo ottica soffre più del dovuto, infatti secondo l'angolo di incidenza della luce si avranno inclusioni porpora o verdi, unico accorgimento, con l'uso della mano proteggere la lente oppure modificare l'angolo d'inquadratura.

Sfocatura

Morbida ed estremamente piacevole a piccola distanza 15/30cm, inutile cercare effetti speciali a distanze vicino al 100cm, il Distagon 24mm non è stato concepito per questo, ma prevalentemente per paesaggio dove la sfocatura può essere un difetto

 

 

 

 

Colore

Grande fedeltà alle cromie originali (quello che con la nitidezza fa dipendenza da uno Zeiss) con una più che buona resa nel cogliere le sfumature di ombre e mezzi toni, molto elevato il livello di contrasto.

 

Banners